L'ingranaggio


#diariodibordo02
Altopiano di Asiago, Novembre 2017

Ieri, in un pomeriggio uggioso, abbiamo bussato alla casa di Gianni Rigoni Stern, forestale appassionato e figlio del grande Mario.
Grappa bosniaca di prugne, racconti di viaggio, memorie, risate e poi la visita alla casa e all'"arboreto salvatico" di Mario, i luoghi dove nel silenzio dell'Altopiano sono nati libri magnifici.
Un'emozione indescrivibile e una consapevolezza: i luoghi non basta leggerli, bisogna andarci, viverli, camminarci dentro.

Oggi, una breve camminata in compagnia, tra le nuvole basse.
Arrivati a destinazione mi stacco dal gruppo per fare due passi solitari.
Improvvisamente sbuco dalla coltre grigia di nubi umide e appiccicose e vengo inondato da un timido raggio di sole e da un pallido ma caparbio azzurro.
I larici, in abito giallo-arancio, si preparano all'inverno. Le prime nevi lente strisciano a valle.

A bocca aperta, per un breve frammento di esistenza, sento il rumore di fondo dell'ingranaggio che muove le stagioni.

Stagioni, il titolo dell'ultimo, intimo e delicato libro del grande Mario Rigoni Stern.

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail