Mugnai


#diariodibordo 05
Cape Corse, Corsica - Luglio 2018

Che momento, quando si svalica in bici su un passo di montagna! Una conquista, una liberazione.
Ma se succede a picco sul mare, su di un lungo promontorio, e ti si apre di fronte all'improvviso l'altra costa, fino a quel momento celata dalla cresta alta dei monti, allora la conquista diventa visione, la liberazione rapimento.

E se poi proprio lì, sul colle, trovi tre vecchi mulini a vento abbandonati, allora ti viene davvero da fantasticare. 

Ma questi erano mugnai o eremiti? 
Ma sono davvero mulini?
Sembrano fari, torrette di guardia, totem, tozzi campanili, strane costruzioni popolate in passato da uomini epici. 

Come vorrei conoscere, qui, quei mugnai sicuramente un po' filosofi, un po' mistici, perché un luogo così, ne sono certo, è capace di trasformare chiunque. 
Vorrei che si materializzassero ora, tra i camper e le moto dei turisti, che le macine riiniziassero magicamente a girare, la polvere di farina ad alzarsi, per bussare, entrare e chiedere loro di raccontarci la propria vita.

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail