Moto a luogo

Piazza Unità d'Italia, Trieste
A Ottobre 2014 ho esposto una selezione di mie foto in un luogo (e in un modo) davvero particolare. Si tratta della Libreria-Ristorante Brac di Firenze, che ogni mese dedica le tovagliette su cui cenano i clienti a fotografi e artisti, perlopiù emergenti.

Foresta di Sasso Fratino, Foreste Casentinesi, Toscana
Le foto esposte "orizzontalmente" sui tavoli della Brac sono state una selezione un po' ardita perchè davvero eterogenea, ma con una linea sottile che univa i 30 scatti scelti nel mio archivio grazie all'aiuto di Tiziana Tommei.

Piazza dei Ciompi, Firenze

Abbiamo scelto di chiamare questa selezione "Moto a luogo", come il complemento che, nella sintassi della frase semplice, risponde alle domande: "verso dove? verso quale luogo?".
Sono fotografie che ho scattato andando, girando, esplorando e ricercando, in fondo, un'atmosfera da inalare, contemplare e poi restituire al mondo: inspiro, fotografo, espiro.

Budapest, Ungheria
Molo Audace, Trieste
Sarajevo, Bosnia e Erzegovina

Vorrei lasciare alle parole di Tiziana, tratte dalla sua curatela, il senso di questo vagare di foto in foto, di luogo in luogo.

Chianalea, Calabria
Monte Capanne, Isola d'Elba, Toscana
Montagne del Durmitor, Montenegro


"Un luogo non è solo uno spazio fisico, definito da coordinate geografiche. Ci sono luoghi carichi di suggestioni, con propri colori, suoni, luci, storie e memorie.
L’identità di un territorio, il suo spirito e l’atmosfera che lo contraddistingue, sono fattori che identificano in modo univoco ed esclusivo, quanto ed oltre gli aspetti fisici e oggettivi, un microcosmo...


Fez, Marocco
Zagabria, Croazia
Belgrado, Serbia

... Il fotografo attraversa spazi diversi e lontani, vivendoli con partecipazione emotiva, empaticamente. S’immerge negli ambienti e instaura con essi uno scambio umano, vero e profondo. Ogni contesto, con i suoi abitanti, rappresenta un mondo da scoprire, perlustrare e soprattutto conoscere, comprendere e, infine, rappresentare...

Pocjteli, Bosnia e Erzegovina
Arezzo, quartiere Tortaia
Sarajevo, Bosnia e Erzegovina

... l’immagine non è mai manipolata, perché ciò che conta è la realtà. L'Autore è attratto della verità delle cose, quanto dalle cose vere, autentiche e quindi speciali, irripetibili. Afferra e trasmette il genius loci, cioè l’anima di quel pezzo di terra".

Via Porretana, Appennino Tosco-Emiliano
Sarmato, Piacenza

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail