Sarajevo: venti foto dall'ultimo viaggio


La prima volta a Sarajevo mi sono lasciato affascinare dalle cose grandi, vistose: palazzi, moschee, chiese, fortezze. Sfogliando le foto dell'ultimo viaggio, invece, ho notato di essermi concentrato quasi esclusivamente sul piccolo, sui dettagli, persone, muri, oggetti, animali randagi. Forse perchè ho sentito questa città straordinaria più intima, più mia. Sarajevo ti entra dentro. Passeggiare con calma tra le vie e osservare da punti panoramici questa città distesa in una culla, che fu una trappola, da un forte senso di assoluta angoscia pensando al passato, ma di altrettanta bellezza osservandola oggi, così, come una bella donna coricata al sole. Salire le strade e le scalinate, ridiscendere dai vicoli lastricati, sfiorare luoghi di morte e di vita, di preghiera e di svago, macerie e nuove costruzioni, mi ha gonfiato ancora una volta di stupore, di storia, di qualcosa di profondo, rude e vitale, come una radice.
Sarajevo è una radice, contorta, dura, nascosta, sporca di terra, ma ricca di linfa che scorre. E unica, è viva grazie al cielo, è stupenda. 

Dedico queste foto a Juliet, meravigliosa, che ci ha ospitato, e a tutti gli amici fantastici che hanno condiviso con noi un pezzo di viaggio.





 
 
 


8 commenti:

  1. 1: mi stai sempre più facendo venir voglia di andare a Sarajevo
    2: è proprio vero il discorso del passaggio dalle cose grandi a quelle piccole...è come si vede dalle foto [che belle!] quelle piccole sono le più preziose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giui! ti consiglio Sarajevo più di ogni altra città (che ho visitato ovviamente)... e se vuoi un po' di libri per scoprirla, basta chiedere!

      Elimina
  2. Beautiful photos of a happy time :) Looking forward to your next visit!

    RispondiElimina
  3. Riporto il commento di Wojtek Stec lasciato su Facebook, che mi ha fatto molto piacere (sopratutto la seconda parte): "Great photos and nice words... you just reminded me why I love this city so much".

    RispondiElimina
  4. Ho avuto la fortuna di visitare Sarajevo con una persona che ci ha vissuto, ed è vero quello che dici, la città ti entra dentro, nel vero senso della parola.
    Credo che il viaggio nei Balcani resterà uno dei più belli di tutta la mia vita, e le tue parole, insieme alle tue foto, mi hanno buttato addosso una gran malinconia..ma anche un'enorme voglia di tornarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Naza per il tuo commento!
      Sarajevo è così, più la vivi più ti viene voglia di tornarci, non sai quante persone ho trovato che hanno provato la stessa identica sensazione, persone di ogni tipo e di tutto il mondo!

      Ti auguro quindi un buon ritorno... e bevi tanta acqua da quella fontana di fronte alla moschea principale della Baščaršija, si dice che chi la beve tornerà sicuramente a Sarajevo!

      Elimina
  5. i vostri commenti, mi danno la conferma di aver scelto una meta importante per il mio prossimo viaggio. Andremo a Capodanno per restarci 7 giorni. Spero di sentire le stesse senzazioni e vivere le stesse emozioni vostre.
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon viaggio Stefano!
      Aspettiamo un tuocommento al ritorno!!!

      Elimina

 

Translate my blog!

Seguimi via mail