La firma del tempo


Mi sono alzato presto oggi, volevo fotografare con le prime luci del mattino un luogo che ho sempre vissuto come “magico”: un bosco nella Valle del Chiarone, lungo il corso del Rio Tinello che, almeno a me, sembra uscito da una favola. Ci sono enormi massi di forme stranissime tra gli alberi, caduti da chissà quante centinaia di anni, completamente ricoperti di muschi e felci e costellati di buchi, grotte, spaccature e strane striature. Un luogo a due passi da casa che molti non conoscono ma che vale la pena di visitare. 

Cercando le inquadrature giuste mi sono avvicinato alle rocce e sono rimasto incantato dalle loro forme, nate dal lavoro incessante e millenario di tempo e acqua. Ho pensato immediatamente alle rughe di un vecchio. Alla vita che segna la pelle a furia di sole, vento ed esperienza. I nativi americani credono che anche le rocce hanno un’anima e ho letto da Terzani che anche gli induisti lo pensano: disegnano addirittura degli occhi sulle rocce per ricordare ai passanti che anch’esse sono vive.

Osservando queste forme ho provato davvero la sensazione di non trovarmi di fronte a qualcosa di freddo e immobile ma, al contrario, di vedere e toccare un elemento vivo, in costante mutamento.

Così come le rughe dei vecchi, però, queste rocce non rivelano segreti. Le firme del tempo sono conquistate giorno per giorno ed ogni conquista è un intimo passo in avanti con se stessi. A chi le osserva, nel viso di un vecchio o su una strana parete rocciosa, non resta altro che provare sollievo pensando ai graffi raccolti lungo il cammino, alle ferite mai rimarginate del tutto, ai vuoti che ognuno si tiene dentro. Tutto è parte del disegno che, giorno dopo giorno, la vita ci dipinge dentro, accarezzandoci o dandoci calci e pugni. Ogni ruga, come ogni grotta, buco, graffio o spaccatura, va portata con fierezza. E’ parte di noi. 

Perso in questi pensieri ho deciso quindi di fotografare nel particolare proprio queste rocce, sperimentando così qualcosa di diverso dal solito. Buona visione!

(Clicca sulle immagini per ingrandirle) 

 

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail