Maria Luggau: Austria, vecchio West o futuro?

Poche settimane fa, durante un viaggetto in Austria con Monica, ho gironzolato per un paio di giorni a Maria Luggau, un paesino nelle alpi della Carinzia a pochi km dall'Italia. Sono rimasto colpito di come, appena varcato il confine, si modifichi immediatamente il paesaggio: paesi vissuti, pasacoli curati e pieni di animali, boschi gestiti e segherie piene di legname... un altro mondo rispetto all'abbandono totale della nostra montagna popolata di vecchi.

La valle dove sorge il paese era conosciuta un tempo come "La valle dei cento mulini", tanti erano quelli attivi che producevano farina, esportata in tutta l'Austria e in Italia.
Molti di questi mulini sono tutt'ora vivi e funzionanti, perlomeno recuperati per non disperdere storia e cultura.
Abbiamo dormito a casa di due simpatici contadini che dopo un aperitivo a base di grappa ci hanno mostrato alcuni mulini di loro proprietà in funzione: vedendo con che semplicità la semplice acqua e la pendenza dei versanti sono in grado di far muovere ruote, macchine, ingranaggi e addirittura teleferiche, mi è venuto naturale chiedermi "perchè abbiamo abdicato con così estrema facilità tutto questo ingegno millenario a favore dell'elettricità, del petrolio?".

Se l'oro nero finirà, sarà anche grazie a luoghi come questo che impareremo a sopravvivere in futuro...

Le foto che seguono sono state scattate con la mia Olympus XA a pellicola: la natura "antica" del luogo e del tipo di fotografia si fondono e sembra di osservare, più che l'Austria alpina, un luogo del vecchio West...

Mucche al pascolo lungo la strada

Incredibili arnie montate su un carretto

Particolare di una casa: la legnaia pronta per l'inverno

Due bambini giocano di fronte al mulino di famiglia
Mulino in funzione: ritorno al futuro?

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail