C'è una ruspa in città

La gente passa, si volta, chiude gli occhi per un attimo, ricorda. Poi se ne va velocizzando il passo. La nostalgia è dura da digerire.

Ieri è stato abbattuto l'ennesimo cinema-teatro ad Arezzo, il Politeama.
Come in tante città d'Italia e del mondo l'avvento delle multisale ha spazzato via in pochi anni quasi tutte le piccole sale dei centri storici.
Si stava meglio quando si stava peggio? No. Sicuramente le multisala danno un'offerta incredibilmente vasta che ha cancellato le attese settimanali o quindicinali di quando un film non interessava ma era l'unico in programmazione... e forse, alcuni dicono, hanno portato con più film anche più cultura.
Niente da obiettare, sono il primo che, anche se non spesso, va alle multisala. Forse ci sono sempre stati cinema ultra-commerciali ed è semplicemente aumentata l'offerta. Non a caso, chi sopravvive, sono unicamente i cinema d'essai che da sempre offrono qualcosa di diverso.

Di certo però è importante sapere che le multisala sono di proprietà delle grandi compagnie di produzione e distribuzione cinematografica. Il rischio è che ci facciano vedero solo quello che vogliono loro (e chi sopra di loro?) e che un po' ci lobotomizzino a furia di banalità.
E poi, in queste nuove astronavi chiuse in cui mangi, bevi, guardi i film, compri i vestiti e ti fai le lampade non si sente più l'odore della città, ma solo quello dei soldi.

Ad Arezzo sopravvive ancora un solo cinema d'essai, e speriamo che duri! perché per vedere un film "diverso" bisognerebbe altrimenti chiudersi ancora una volta in casa, ancora una volta davanti a un PC.

Dando l'addio con qualche scatto al Politeama (che nemmeno ho conosciuto in attività), mi ha commosso la gente, che si intristiva vedendolo venir giù. "Era il nostro cinema" mi ha detto un signore. Incontri, amicizie, emozioni e risate rimarrano lì, avvolte dall'aria condizionata di un nuovissimo centro commerciale.

Clicca sulle foto per ingrandirle!

C'è una ruspa in città

Decorazioni sul vecchio palcoscenico

Sguardi

Nostalgia

Macerie

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail