Si torna in quota!

Domani mattina presto,ancora al buio, sul cassone del pick up carico di provviste, tornerò, insieme a chi lassù ci lavora, al Marinelli, un rifugio a 2.120 metri sul livello del mare, nella cornice straordinaria delle Alpi Carniche.
Ognuno di noi ha dei luoghi a cui si sente particolarmente legato.
A "pelle", da subito, ancora bambino, mi sono affezionato al Marinelli.
Ci sono tornato con la parrocchia, ogni anno per 15 anni, vivendo esperienze fantastiche di vita di montagna con i miei amici, con il mitico Don e con i bambini che abbiamo accompagnato e a cui abbiamo fatto "assaggiare" la bellezza e l'insegnamento della montagna.
Poi, ci sono tornato da solo al Marinelli, nei momenti più difficili degli ultimi anni. E ogni volta sono sceso da lassù con qualcosa di nuovo, rigenerato, pronto a ripartire.
Si torna in quota domani, inizia una nuova stagione, e sono felice di ritrovare i pascoli, le rocce, gli alberi, il vento e sopratutto le persone... che fanno di questa piccola casetta sperduta un luogo magico e indimenticabile.

Il rifugio lambito dal mare di nubi
(questa foto è diventata la nuova cartolina 2011)

La finestra della cucina, dove maturano le mitiche grappe di Caterina

Dal terrazzo del rifugio, ore 01.oo
(scusatemi per la qualità ma ero senza treppiede...)

Dal terrazzo del rifugio, ore 06.3o

0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail