Tre scatti da Oslo ... in libertà

Nel mettere ordine al mio computer ho ripreso gli scatti fatti nel Novembre scorso a Oslo... questi tre mi hanno colpito ancora a distanza di qualche mese, così ho deciso di condividerli.

Trovo un "senso di libertà" che li accomuna...

Nella prima immagine (peccato per l'inquadratura, l'essere stato in un altra posizione avrebbe reso meglio... ma è stato il classico "momento da cogliere") il bambino che corre, in contrasto alla guardia impettita davanti al palazzo reale, mi fa sorridere... secondo me la guardia ha invidia, molta invidia per quel bambino libero di correre, e di giocare.
Nella seconda, scattata nel Parco Viegeland (dove c'è una mostra permanente di sculture che ritraggono "la vita dell'uomo" di Gustav Viegeland), mi ha incuriosito questo tranquillo suonatore di fisarmonica: la libertà di essere artisti, di esprimersi, con la scultura e la musica in questo caso.
Infine la terza, quella che preferisco, ritrae un pescatore a pochi Km dal centro della città: è sabato mattina e finalmente si può godere il suo relax. L'albero, l'uomo e il mare, in questa immagine, mi suggeriscono il senso di infinita libertà che dà la natura, seppur a pochi passi da asfalto e cemento quotidiani.

Per ingrandire le foto basta cliccarci sopra!





0 commenti:

Posta un commento

 

Translate my blog!

Seguimi via mail